Seleziona una pagina

Esiste una specifica norma di tipo C, la UNI EN 13985:2009, che si occupa di indicare tutti i requisiti che devono essere applicati affinché una cesoia sia conforme e abbia una sua dichiarazione CE.

La presente norma si applica alle cesoie a ghigliottina, nelle quali l’energia necessaria al loro funzionamento è impartita alla lama mediante diversi mezzi, come ad esempio:

  • dal motore attraverso la frizione;
  • dal motore ad azionamento diretto e freno;
  • tramite pressione idraulica;
  • tramite pressione pneumatica.

La norma non si applica, invece, alle macchine che sono state progettate per un taglio diverso dalla linea retta o per un taglio ad azione continua (cesoie a coccodrillo).

Per quanto riguarda i requisiti di sicurezza e/o misure di protezione, le cesoie a ghigliottina si differenziano per dimensione, con la presenza di uno o più operatori.

I metodi e le misure da implementare per eliminare i pericoli e/o ridurre i rischi associati, sono i seguenti:

  • considerazioni di progettazione di base per i componenti o i sistemi principali della ghigliottina;
  • protezioni contro pericoli di natura meccanica nell’area delle lame applicate alle diverse modalità di produzione;
  • protezione contro i pericoli causati da guasti nel sistema di comando o dai componenti di comando;
  • protezioni contro i pericoli che si possono presentare durante la messa a punto, corse di prova, manutenzione e lubrificazione.

E’ importante essere consapevoli del funzionamento e dei rischi a cui si incorre per ogni tipologia di macchinario presente in azienda. Le norme guidano gli imprenditori e il lavoratore a questo scopo, per questo la corretta interpretazione delle stesse è fondamentale.